ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Come aprire una porta con la chiave dentro

Quando la porta si chiude di scatto con la chiave dentro la toppa della serratura può essere davvero un problema, perché in alcuni casi devi chiamare il fabbro se vuoi riuscire a rientrare in casa, in particolare con i cilindri europei che sono quelli dei portoni di sicurezza.

Ci sono dei sistemi abbastanza semplici per uscire a far scattare la serratura senza l’uso della chiave e in alcuni casi persino per far uscire quella che è rimasta dentro, se ne hai una di riserva. Tali sistemi sono spesso da delegare a professionisti del settore, come ad esempio questo servizio di pronto intervento fabbro, presente in tutta Firenze. Altrimenti, se avete una buona manualità, provate da soli.

 

Aprire porta con la chiave dentro: metodo della radiografia

Quando la porta si chiude, ma non è stata girata la chiave è semplicemente bloccata, ma è possibile farla scattare in maniera piuttosto semplice. In particolare se è una porta da interno, questo si fa usando una semplice radiografia o comunque un pezzo di plastica abbastanza flessibile ed robusto.

Devi far scivolare la plastica lungo la battuta della porta attraverso la stretta fessura che la separa dallo stipite, in corrispondenza del punto in cui si trova il dentino che blocca tutto. In realtà devi fare in modo che il bordo superiore della radiografia che stai usando si trovi sotto il dentino perché ti sia possibile farlo scattare. A questo punto devi scuotere la maniglia tirando in su la radiografia inclinata in modo tale che il lato dentro al porta sia più in alto di quello fuori.

Questa operazione serve per allentare la tensione della molla e fare in modo che la lamina sottile riesca a penetrare senza troppi problemi per far scattare il sistema. Può esserti necessario un aiutante e un po’ di tempo, a seconda di come è stata costruita la porta, ma di solito bastano pochi scossoni per far scattare tutto e rientrare in casa.

 

Utilizzare i ferri per l’apertura della porta

Se la serratura è a mandata singola, cioè la chiave è di tipo semplice, in teoria la toppa interna ed esterna sono comunicanti fra loro. Devi semplicemente trovare uncinetto o un ferro con un’estremità ricurva.

Questo ti serve per cercare di allineare le barbe della chiave con l’apertura, in modo tale che i denti interni non offrano resistenza. A quel punto con un po’ di pazienza puoi far scorrere leggermente indietro la chiave per farla uscire dalla sua posizione di blocco e in pochi secondi dovresti riuscire a farla cadere sotto la porta.

Con un po’ di fortuna puoi anche riuscire a raggiungerla se la tua porta è abbastanza alzata da terra, un po’ come nelle case inglesi. Se hai una porta di questo tipo ti conviene metterci un foglio di carta sotto, in modo tale che quando la chiave cade sia più facile da recuperare.

Altrimenti procedi come con il metodo della radiografia se non hai modo di procurarti neanche un passe-partout o non hai una chiave dello stesso tipo. Ricorda che in gran parte delle case le serrature interne usano chiavi identiche per questo motivo. Inoltre sull’impugnatura sono riportati i numeri che indicano il tipo, se devi prenderne una nuova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *